Dalle spiagge pugliesi: Stop alla plastica!


I risultati di una cultura basata sull’uso e sullo spreco degli oggetti di plastica monouso sono ben visibili ovunque, sia lungo le coste che negli oceani. Secondo quanto confermato da una recente stima, i rifiuti di plastica inquinano sempre più gli oceani: basti pensare che entro il 2050 il peso delle plastiche presenti nei mari sarà superiore a quello dei pesci.

Il 24 Ottobre 2018 il parlamento Europeo vieta la plastica usa e getta a partire dal 2021 con voto favorevole da parte del 91% dei deputati.
Qualche mese dopo, il 14 Febbraio 2019, la CNA di Puglia annuncia:
Duecento lidi pugliesi useranno stoviglie biodegradabili. Via le buste di plastica in favore di quelle di carta. Da qui a poco tempo la regione Puglia con ordinanza del 7 Marzo 2019 annuncia Stop alla plastica sulle spiagge.

“La Puglia anche questa volta è all’avanguardia. Siamo la prima regione in Italia a rinunciare alla plastica per salvare la bellezza del nostro mare. È il nostro contributo per il Venerdì del Futuro che anche domani mobiliterà i ragazzi in tutto il mondo nella sfida contro il cambiamento climatico che sta ipotecando il futuro di tutti”.

Lo ha detto l’assessore regionale al Bilancio con delega al demanio marittimo, Raffaele Piemontese.
La Puglia sarà la prima regione a recepire la legge dell’euro parlamento.

Pertanto invitiamo a tutti i vacanzieri e non di rispettare il nostro ambiente per rispettare se stessi e le future generazioni.

Buone vacanze a tutti!! 🙂 🙂

Plastiche monouso rifiuti marini

Fonte:
http://www.europarl.europa.eu
https://bari.repubblica.it/
http://www.regione.puglia.it